THEATRE DEGART” è un’impresa culturale, ricreativa e artistica. La sua missione è di diffondere, produrre e sviluppare offerte formative, attraverso la promozione e l’organizzazione di corsi di aggiornamento e perfezionamento professionali e non, laboratori creativi per tutte le fasce di età, webinar, ecc. Inoltre è specializzata nella creazione di attività ed eventi legati allo spettacolo dal vivo e nella produzione di spettacoli di genere comico visuale del duo DANDY DANNO & DIVA G.

Nasce con l’intento di diffondere il pensiero positivo attraverso l’arte della comicità.

Lo scopo è di “CONTAMINARE” e mettere a frutto la ventennale esperienza maturata nel campo dell’intrattenimento, del circo e del teatro.

“THEATRE DEGART” ha per obiettivo lo svolgimento di attività nei settori della formazione, dell’istruzione e dello sviluppo della cultura e dell’arte.

Si propone di supportare enti pubblici e privati alla realizzazione di eventi culturali, all’organizzazione di rassegne e festival di arte comica, clown e teatro ragazzi. Offre inoltre supporto creativo per progetti culturali e bandi per la promozione del turismo culturale.

 

 

Rappresenta la base operativa del duo comico DANDY DANNO & DIVA G, dalle cui idee e concezioni questa impresa ha vita. 

 

Esperti nell’arte del clown, studiosi e appassionati di comicità in ogni sua forma, il duo è fortemente impegnato nella diffusione della filosofia dell’arte del fallimento! Applicando questa concezione della vita anche in settori non strettamente artistici si scopre che si può ridere di se stessi senza perdere l’autostima.

 

DANDY DANNO & DIVA G sono da anni impegnati a sviluppare questa filosofia anche in ambito sociale nelle scuole, nei teatri e nei centri sociali con l’operazione denominata “CONTAMINAZIONE ARTISTICA”.

 

“Abbiamo sempre pensato che chi ha un talento non solo è fortunato perché l’ha scoperto, ma ha anche delle grandi RESPONSABILITA’ nei confronti di se stesso e nei confronti di chi si appresta a riceverlo.”

Progetti e Spettacoli

La maschera incontra il clown ed è subito poesia

Il progetto nasce nel 2017, quando la compagnia Theatre Degart si trova in Spagna e incontra la compagnia tedesco-ispanico venezuelana Teatro Strappato.

L’idea parte dalla volontà del duo italiano di fondere l’arte della maschera con la visual comedy, un progetto ambizioso che stuzzica il gruppo di Teatro Strappato, molto impegnato nel teatro politico, per dare nuova linfa ai palati teatrali raffinati.

Nell’estate 2017 vincono una residenza artistica nel Parco del Gran Paradiso per stendere una prima bozza del progetto, dove il duo italiano (Theatre Degart) si impegna di creare, scrivere e montare lo spettacolo, mentre il duo multietnico si impegna alla costruzione delle maschere e dei movimenti scenici.

Lol

LOL – Clown a teatro. Al Garibaldi, il teatro per ragazzi inaugurato dalla magia della risata

Enna – E dopo il Premio Città di Leonforte, il duo Segalin – Parisi è tornato nel cuore della Sicilia per mettere a segno un altro colpo. Nessuna arena all’aperto, nel freddo inverno ennese i divertentissimi Dandy Danno e Diva G hanno scaldato il Teatro Garibaldi, inaugurando – nel giorno di Santo Stefano – la stagione teatrale dedicata ai più piccoli. LOL – Clown a teatro è uno splendido pot pourri fatto di colori e forme in cui condensare i sogni.

 

Alla visual comedy c’eravamo già abituati con la premiatissima Un’improbabile storia d’amore (la cui regia è firmata da Jango Edwards) , che tanto aveva fatto impazzire il pubblico del Premio Città di Leonforte.

 

Ancora una volta, si torna bambini, con i bambini.  «Contaminazione Artistica», la chiamano, ed è solleticante follia. Fare ridere è un’arte, forse la più difficile, a dar retta al nostro pudore  che si sveglia dinanzi alle emozioni.

 

LOL non è solo onirico, sa di mondo. Di mondo inteso come viaggio, scoperta. Di mondo “altro” che si amalgama e si confonde tra genitori e figli, che ugualmente si trovano sul palco in qualità di attori e comici improvvisati. Di mondo circense, fatto di meravigliosi nonsense, perché già da subito quel gigantesco pesce che fluttua a mezz’aria lascia presagire che poi, tra bolle, sketch e palloni, i nostri artisti avrebbero ancora una volta conquistato tutti. Si intraprende un nuovo percorso, verso la purezza della risata. Quella convulsa, bagnata di lacrime, per capirci. Ecco, quella non è né volgare né a sproposito.

 

È il giusto viatico verso la parte più autentica del sé, quell’intelligenza emotiva che i bimbi potrebbero insegnarci a mantenere intatta.